Gatos viejos

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle
Loading ... Loading ...

Gatos viejos

Dal regista cileno Sebastian Silva, che due anni fa incantò il Torino Film Festival con “La nana”, arriva l’opera che conferma definitivamente il suo talento, insieme a quello del suo sceneggiatore Pedro Peirano.

Questo film, delicato e violento al contempo, ci fa conoscere una famiglia disastrata dall’incomunicabilità delle relazioni vissute al suo interno, dove passione e amore si alternano velocemente a vecchi rancori, odi non troppo nascosti e ruggini oramai datate. E’ la storia di Isadora, anziana madre affaticata dagli acciacchi tipici dell’età, e del suo compagno Enrique, ma è anche la storia di Rosario, figlia lesbica, tossicodipendente e schizofrenica che cerca di convincere l’anziana coppia a trasferirsi altrove, intestandole la casa dove da molto tempo abitano.

Emozioni intense quelle che “Gatos Viejos” ci regala, passando dallo stile tipico della commedia, al dramma più nero, avvicinandoci alla realtà delle relazioni, della vecchiaia, della solitudine e del sottile equilibrio tra fiducia e diffidenza. (Fonte: Soggettiva)

Lascia un commento

Spam protection by WP Captcha-Free