La rappresentazione per immagini della cultura gay e lesbica in America è un fatto abbastanza recente – il risultato ottenuto dall’impegno del movimento gay e lesbico nelle ultime tre decadi del secolo scorso. Un tempo mostrare in immagini la vita gay e lesbica era considerato un tabù; e quando accadeva, venivano rappresentati esclusivamente stereotipi. Oggi le immagini queer si trovano ovunque. Questo documentario descrive in che modo è avvenuto questo cambiamento, come siamo arrivati alla situazione odierna.

Attraverso numerosi esempi della storia del cinema e con il prezioso supporto di molte interviste, le due registe ci restituiscono una fedele e interessante evoluzione della rappresentazione cinematografica dei gay e delle lesbiche. Il loro esame parte dalle opere sperimentali e d’avanguardia degli anni ’40 e ’50, passando poi per la documentazione, negli anni ’80, della campagna per la consapevolezza sull’Aids, fino al nuovo cinema queer degli anni ’90 e ai lavori cinematografici contemporanei. Importanti testimoni: i registi Ang Lee, John Waters, Todd Haynes, Gus Van Sant e Jennifer Livingstone; i produttori James Schamus e Christine Vachon; i molti attori e attrici; la storica del cinema Jenni Olson e il critico cinematografico Ruby B. Rich ricostruiscono dal di dentro la storia nascosta e poi finalmente esplosa delle lesbiche e dei gay nella macchina cinematografica per eccellenza: Hollywood.

Lascia un commento

Spam protection by WP Captcha-Free